banner4

HOME

Bacheca

Le novità sui bilanci 2016

Il D.Lgs. 139/2015 ha introdotto delle novità rilevanti in materia di redazione del bilancio delle società. Una delle principali è la suddivisione delle imprese in tre categorie in base al numero medio dei dipendenti, al totale dello stato patrimoniale e ai ricavi conseguiti.

Saranno considerate quindi:

  • Micro Impresechi avrà un numero medio di dipendenti occupati durante l’esercizio numero fino a 5, il totale dello Stato Patrimoniale fino a 175.000 euro e ricavi fino a 350.000 euro;
  • Piccole Impresechi avrà un numero medio di dipendenti occupati durante l’esercizio numero fino a 50, il totale dello Stato Patrimoniale fino a 4.400.000 euro e ricavi fino a 8.800.000 euro;
  • Grandi Impresetutte le altre.

Le Micro e Piccole Imprese potranno  redigere il bilancio in forma abbreviata se i parametri sopra indicati, ricorrono almeno due su tre, nel primo esercizio o successivamente per due consecutivi.

La normativa ha previsto inoltre delle semplificazioni contabili mediante l’accorpamento di alcune voci e l’eliminazione di altre.

Per le micro imprese è stato eliminato l’obbligo di presentazione del rendiconto finanziario e della nota integrativa quando le informazioni in merito agli impegni, garanzie (es. ipoteche, fidi, fidejussioni ecc.), passività potenziali e l’ammontare dei compensi, anticipazioni e dei crediti concessi agli amministratori vengano indicati nello stato patrimoniale.

Anche le piccole imprese non dovranno redigere il rendiconto finanziario e saranno esentate dalla relazione sulla gestione quando le informazioni in merito al numero e valore nominale delle azioni sia proprie che di società controllanti, vengano indicati nello stato patrimoniale.

E’ importante sottolineare che nonostante il legislatore introduca delle semplificazioni, la redazione del bilancio deve rispettare sempre la regola generale della rappresentazione corretta e veritiera della situazione patrimoniale, finanziaria e il risultato economico dell’esercizio, fornendo talvolta  informazioni aggiuntive,  anche se non obbligatorie.

Pertanto, come è nostra consuetudine fare, in vista dell’imminente approvazione e deposito del bilancio, Vi suggeriamo e ricordiamo di attivarvi e recuperare tutta la documentazione contabile dell’anno 2016 al fine di permetterci di potere eseguire l’incarico nel rispetto delle norme e della scadenza prevista.

 

Esternalizzazione del lavoro, regole e sanzioni

Da un po’ di tempo diversi datori di lavoro stanno ricevendo proposte di consistenti risparmi del costo del lavoro attraverso il ricorso alla fornitura di manodopera, generalmente mediante appalto.

In diversi casi, addirittura, viene proposto alle imprese di procedere alla risoluzione dei rapporti di lavoro con i dipendenti in forza che poi verrebbero assunti da cooperative le quali, subito dopo, procederebbero a fornire la stessa manodopera precedentemente in forza presso gli ex datori di lavoro.

E’ utile a questo punto chiarire quali sono le regole che disciplinano la cd. esternalizzazione del lavoro.

Le due ipotesi che consentono l’utilizzo di manodopera in forza presso terzi (salva l’ipotesi residuale del distacco) sono l’appalto e la somministrazione di lavoro.

Il contratto d’appalto consiste nell’esecuzione di un’opera o un servizio da parte di un imprenditore il quale, con la sua organizzazione ed assumendosi i rischi, si obbliga a compiere a favore dell’appaltatore un’opera o un servizio a fronte di un corrispettivo (art. 1655 c.c.).

Sostanzialmente, è necessaria un’organizzazione, l’assunzione del rischio d’impresa ed il potere direttivo nei confronti dei dipendenti deve essere esercitato dall’appaltatore (dalla cooperativa nell’esempio da cui prende spunto il pres…

Leggi tutto: Bacheca

Venerdi, 24 Febbraio 2017

Calendario scadenze

16 Marzo 2017

versamento ritenute fiscali e contributi previdenziali mensili


16 Marzo 2017

Versamento IVA mensile e trimestrale


16 Marzo 2017

Versamento rata imposte e contributi da Unico


16 Marzo 2017

Contributi INPS Commercianti e artigiani


Ultima rata contributi INAIL


16 Marzo 2017

versamento ritenute fiscali e contributi previdenziali mensili


16 Marzo 2017

Versamento IVA mensile e trimestrale


16 Marzo 2017

Versamento rata imposte e contributi da Unico


16 Marzo 2017

Contributi INPS Commercianti e artigiani


Ultima rata contributi INAIL


16 Marzo 2017

versamento ritenute fiscali e contributi previdenziali mensili


16 Marzo 2017

Versamento IVA mensile e trimestrale


16 Marzo 2017

Versamento rata imposte e contributi da Unico


16 Marzo 2017

Contributi INPS Commercianti e artigiani


Ultima rata contributi INAIL


16 Marzo 2017

versamento ritenute fiscali e contributi previdenziali mensili


16 Marzo 2017

Versamento IVA mensile e trimestrale


16 Marzo 2017

Versamento rata imposte e contributi da Unico


16 Marzo 2017

Contributi INPS Commercianti e artigiani


Ultima rata contributi INAIL


16 Marzo 2017

versamento ritenute fiscali e contributi previdenziali mensili


16 Marzo 2017

Versamento IVA mensile e trimestrale


16 Marzo 2017

Versamento rata imposte e contributi da Unico


16 Marzo 2017

Contributi INPS Commercianti e artigiani


Ultima rata contributi INAIL


16 Marzo 2017

versamento ritenute fiscali e contributi previdenziali mensili


16 Marzo 2017

Versamento IVA mensile e trimestrale


16 Marzo 2017

Versamento rata imposte e contributi da Unico


16 Marzo 2017

Contributi INPS Commercianti e artigiani


Ultima rata contributi INAIL


16 Marzo 2017

versamento ritenute fiscali e contributi previdenziali mensili


16 Marzo 2017

Versamento IVA mensile e trimestrale


16 Marzo 2017

Versamento rata imposte e contributi da Unico


16 Marzo 2017

Contributi INPS Commercianti e artigiani


Ultima rata contributi INAIL


16 Marzo 2017

versamento ritenute fiscali e contributi previdenziali mensili


16 Marzo 2017

Versamento IVA mensile e trimestrale


16 Marzo 2017

Versamento rata imposte e contributi da Unico


16 Marzo 2017

Contributi INPS Commercianti e artigiani


Ultima rata contributi INAIL



 ULTIME NEWS ONLINE 

MINISTERO DEL LAVORO

Login Form