banner1

HOME

Bacheca

FATTURA ELETTRONICA, IL VADEMECUM PER L’AVVIO

 

Oramai ci siamo, dal 1° gennaio è entrata in vigore la fattura elettronica.

Cosa sapere per affrontare al meglio le nuove regole ?

Intanto abituarci a due semplici concetti:

1. non cambiano le norme IVA ma solo gli adempimenti relativi alla modalità di consegna e di ricezione delle fatture;

2. cambia il sistema di conservazione delle fatture.

Un piccolo vademecum.

 

FATTURE EMESSE (cd. Ciclo attivo)

Per consegna dobbiamo intendere l’emissione della fattura che dovrà necessariamente essere elettronica, seguendo le specifiche procedure previste.

Il documento emesso in forma cartacea, infatti, non ha alcun valore fiscale e quindi si intende come  non emesso, con tutte le conseguenze che questo comporta.

I passaggi da seguire per le fatture  sono i seguenti:

1. Emissione della fattura in formato file .xml, conforme alle specifiche previste;

2. Trasmissione telematica al sistema di interscambio dell’Agenzia delle Entrate (SDI), entro dieci giorni;

3. Conservazione digitale delle fatture elettroniche emesse a norma.

Chi utilizza una procedura informatica sarà agevolato in quanto la gestione delle predette attività verrano effettuate dal software utilizzato, seguendo le relative indicazioni.

In ogni caso, occorre prestare attenzione che il procedimento si concluda con la corretta trasmissione del file e che successivamente venga protocollata con esito positivo (il servizio di interscambio rilascia ricevuta di esito).

 

FATTURE ACQUISTO (cd. Ciclo passivo)

1. Fornire al fornitore i dati per l’emissione della fattura che verrà emessa in formato file xml conforme alle specifiche previste e da questi trasmessa allo SDI;

2.Ricezione delle fatture d’acquisto attraverso il sistema di interscambio dell’Agenzia delle Entrate;

3. Conservazione digitale elle fatture elettroniche a norma.

 

SOGGETTI ESCLUSI

REGIMI FORFETARIO E DI VANTAGGIO

Sono soggetti alla nuova disciplina tutti i titolari di partita iva, con esclusione di:

- coloro che si trovano in regime forfetario o di vantaggio;

- imprese agricole in regime di esonero con vol. d’affari fino a 7 mila euro;

- Enti no profit che applicano il regime forfetario ex L. 398/1991 con fatturato da attività commerciale inferiore a 65 mila euro.Tali soggetti, peraltro, se nel periodo d'imposta precedente hanno conseguito dall'esercizio di attività commerciali proventi per un importo superiore a euro 65mila euro, assicurano che la fattura sia emessa per loro conto dal cessionario o committente soggetto passivo d'imposta.

Tali soggetti esonerati non sono tenuti neanche alla conservazione digitale e quindi potranno continuare con quella analogica.

Importante: è opportuno evitare di fornire in caso di acquisto il proprio indirizzo PEC o codice destinatario. In caso contrario anche i forfettari o minimipossono essere obbligati alla conservazione digitale.

 

OPERATORI SANITARI

Gli operatori del settore sanitario che trasmettono i dati col sistema tessera sanitaria sono esonerati per il 2019 dalla emissione della fatturazione elettronica ma sono obbligati alla conservazione sostitutiva a norma delle fatture di acquisto.

 

 

FAQ

 

Proponiamo alcuni esempi utili a chiarire alcuni dubbi relativi a casi ricorrenti. 

 

FAQ 1 Se un cliente mi chiede la fattura, cosa debbo chiedere per emetterla correttamente ?

Se è un titolare di partita IVA soggetto alla fattura elettronica, dovrà fornire i dati di fatturazione, compreso il codice univoco oppure la PEC. Se invece è un privato, nel campo codice destinatario occorre inserire sette zeri.

 

FAQ 2Se mi trovo da un fornitore e debbo avere la fattura, cosa debbo fare ?

Occorre fornire i dati di fatturazione, compreso il codice univoco oppure…

Leggi tutto: Bacheca

Martedi, 19 Febbraio 2019

Calendario scadenze

18 Marzo 2019

versamento ritenute fiscali e contributi previdenziali mensili


18 Marzo 2019

Versamento IVA mensile e trimestrale


18 Marzo 2019

Versamento rata imposte e contributi da Unico


18 Marzo 2019

Contributi INPS Commercianti e artigiani


Ultima rata contributi INAIL


18 Marzo 2019

versamento ritenute fiscali e contributi previdenziali mensili


18 Marzo 2019

Versamento IVA mensile e trimestrale


18 Marzo 2019

Versamento rata imposte e contributi da Unico


18 Marzo 2019

Contributi INPS Commercianti e artigiani


Ultima rata contributi INAIL


18 Marzo 2019

versamento ritenute fiscali e contributi previdenziali mensili


18 Marzo 2019

Versamento IVA mensile e trimestrale


18 Marzo 2019

Versamento rata imposte e contributi da Unico


18 Marzo 2019

Contributi INPS Commercianti e artigiani


Ultima rata contributi INAIL


18 Marzo 2019

versamento ritenute fiscali e contributi previdenziali mensili


18 Marzo 2019

Versamento IVA mensile e trimestrale


18 Marzo 2019

Versamento rata imposte e contributi da Unico


18 Marzo 2019

Contributi INPS Commercianti e artigiani


Ultima rata contributi INAIL


18 Marzo 2019

versamento ritenute fiscali e contributi previdenziali mensili


18 Marzo 2019

Versamento IVA mensile e trimestrale


18 Marzo 2019

Versamento rata imposte e contributi da Unico


18 Marzo 2019

Contributi INPS Commercianti e artigiani


Ultima rata contributi INAIL


18 Marzo 2019

versamento ritenute fiscali e contributi previdenziali mensili


18 Marzo 2019

Versamento IVA mensile e trimestrale


18 Marzo 2019

Versamento rata imposte e contributi da Unico


18 Marzo 2019

Contributi INPS Commercianti e artigiani


Ultima rata contributi INAIL


18 Marzo 2019

versamento ritenute fiscali e contributi previdenziali mensili


18 Marzo 2019

Versamento IVA mensile e trimestrale


18 Marzo 2019

Versamento rata imposte e contributi da Unico


18 Marzo 2019

Contributi INPS Commercianti e artigiani


Ultima rata contributi INAIL


18 Marzo 2019

versamento ritenute fiscali e contributi previdenziali mensili


18 Marzo 2019

Versamento IVA mensile e trimestrale


18 Marzo 2019

Versamento rata imposte e contributi da Unico


18 Marzo 2019

Contributi INPS Commercianti e artigiani


Ultima rata contributi INAIL



 ULTIME NEWS ONLINE 

MINISTERO DEL LAVORO

Login Form