banner4

HOME

Bacheca

Pagamenti imposte e contributi:

per le compensazioni F24 cambiano le regole

Dal 16 maggio prossimo, le deleghe F24 per il pagamento di imposte, contributi, ecc. dei titolari di partita IVA, se contengono crediti in compensazioni non potranno più essere presentate presso istituti bancari e poste neanche mediante l’utilizzo del servizio home banking (servizi bancari con accesso da internet).

Gli unici canali consentiti sono:

- addebito mediante l’accesso ai servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate (occorre essere in possesso dell’apposito PIN rilasciato dagli uffici);

- avvalersi di un professionista abilitato quale intermediario dell’Agenzia delle Entrate.

1. Nel primo caso, il contribuente dovrà predisporre e trasmettere in via telematica la delega indicando il codice IBAN per l’addebito degli importi risultanti dalla delega.

2. Nel secondo caso, invece, occorre rivolgersi all’intermediario abilitato che procederà ad effettuare gli adempimenti previsti per conto del contribuente. Anche in tal caso è necessario fornire i dati bancari (gli addebiti verranno effettuati direttamente dall’Agenzia delle Entrate mediante comunicazione con l’istituto finanziario, il contribuente è tenuto a verificare se l’addebito è stato autorizzato dall’istituto bancario o ufficio postale).

Pertanto, richiamando la massima attenzione, si invitano i signori clienti ad organizzarsi tempestivamente per evitare criticità in occasione delle prossime scadenze (il 16 maggio ricordiamo che scadono IVA, contributi previdenziali INPS, INAIL, ritenute fiscali ed altro ancora).

Lo studio risulta già abilitato a tale servizio quale intermediario fiscale.

Per chi volesse aderire, è necessario contattare urgentemente lo studio in quanto in prossimità della scadenza potrebbero registrarsi difficoltà nella gestione nei termini degli adempimenti.

Ricordiamo, peraltro, che la modifica indicata è solo una di quelle previste dal D.L. n. 50/2017 in vigore dal 24 aprile scorso ed ha la finalità di contrastare gli abusi e frodi registrate dall’Agenzia delle Entrate in materia di compensazioni.

A tal proposito, segnaliamo che il D.L. n. 50/2017 ha previsto altresì che non sarà più possibile procedere alla compensazione libera dei crediti fiscali di importi superiori a 5.000 euro.

Infatti, per la compensazione dei crediti superiori a 5.000 euro è necessario:

1) presentare preventivamente la dichiarazione fiscale dalla quale emerge il credito;

2) chiedere l’apposizione del visto di conformità da parte dei professionisti abilitati ed autorizzati dall’Agenzia delle Entrate.

 

AGENZIA DELLE ENTRATE  - INCONGRUENZE SPESOMETRO 2013 e 2014

 

Dal prossimo mese di aprile, l’Agenzia delle Entrate, avvierà l’attività di monitoraggio e controlli in materia di iva.

Tale azione è basata su due attività:

La prima mediante le comunicazioni preventive che segnalano le incongruenze emerse dall'incrocio dei dati dello spesometro relativo alle operazioni ai fini iva del 2014 con quelli riportati nella dichiarazione relativa allo stesso anno.Si tratta dunque di fenomeni di sottodichiarazione rispetto a quanto effettivamente venduto o fornito.

I destinatari di queste lettere, che viaggeranno attraverso la Pec, saranno solo i titolari di partita Iva.

Si potranno fornire spiegazioni o giustificazioni e le anomalie o errori  emersi potranno essere sanati ricorrendo all'istituto del ravvedimento operoso che offre la possibilità di accedere a uno sconto sulle sanzioni.

Per coloro i quali non daranno seguito all'invito contenuto in queste lettere,i controlli partiranno nell'ultimo trimestre 2017.

L’altra azione, invece, riguarda ch…

Leggi tutto: Bacheca

Domenica, 28 Maggio 2017

Calendario scadenze

16 Giugno 2017

versamento ritenute fiscali e contributi previdenziali mensili


16 Giugno 2017

Versamento IVA mensile e trimestrale


16 Giugno 2017

Versamento rata imposte e contributi da Unico


16 Giugno 2017

Contributi INPS Commercianti e artigiani


Ultima rata contributi INAIL


16 Giugno 2017

versamento ritenute fiscali e contributi previdenziali mensili


16 Giugno 2017

Versamento IVA mensile e trimestrale


16 Giugno 2017

Versamento rata imposte e contributi da Unico


16 Giugno 2017

Contributi INPS Commercianti e artigiani


Ultima rata contributi INAIL


16 Giugno 2017

versamento ritenute fiscali e contributi previdenziali mensili


16 Giugno 2017

Versamento IVA mensile e trimestrale


16 Giugno 2017

Versamento rata imposte e contributi da Unico


16 Giugno 2017

Contributi INPS Commercianti e artigiani


Ultima rata contributi INAIL


16 Giugno 2017

versamento ritenute fiscali e contributi previdenziali mensili


16 Giugno 2017

Versamento IVA mensile e trimestrale


16 Giugno 2017

Versamento rata imposte e contributi da Unico


16 Giugno 2017

Contributi INPS Commercianti e artigiani


Ultima rata contributi INAIL


16 Giugno 2017

versamento ritenute fiscali e contributi previdenziali mensili


16 Giugno 2017

Versamento IVA mensile e trimestrale


16 Giugno 2017

Versamento rata imposte e contributi da Unico


16 Giugno 2017

Contributi INPS Commercianti e artigiani


Ultima rata contributi INAIL


16 Giugno 2017

versamento ritenute fiscali e contributi previdenziali mensili


16 Giugno 2017

Versamento IVA mensile e trimestrale


16 Giugno 2017

Versamento rata imposte e contributi da Unico


16 Giugno 2017

Contributi INPS Commercianti e artigiani


Ultima rata contributi INAIL


16 Giugno 2017

versamento ritenute fiscali e contributi previdenziali mensili


16 Giugno 2017

Versamento IVA mensile e trimestrale


16 Giugno 2017

Versamento rata imposte e contributi da Unico


16 Giugno 2017

Contributi INPS Commercianti e artigiani


Ultima rata contributi INAIL


16 Giugno 2017

versamento ritenute fiscali e contributi previdenziali mensili


16 Giugno 2017

Versamento IVA mensile e trimestrale


16 Giugno 2017

Versamento rata imposte e contributi da Unico


16 Giugno 2017

Contributi INPS Commercianti e artigiani


Ultima rata contributi INAIL



 ULTIME NEWS ONLINE 

MINISTERO DEL LAVORO

Login Form